L’estetica dentale: i trattamenti per un sorriso armonico

L’estetica dentale è la disciplina odontoiatrica che ho l’obiettivo di offrire un aspetto gradevole al sorriso nell’ambito della sua funzionalità biologica. Per raggiungere questo obiettivo, gli specialisti di estetica dentale si avvalgono di specifici trattamenti che interessano denti, le gengive e le strutture ossee. Pur concentrandosi su parti differenti della bocca, gli interventi di estetica dentale non sono invasivi e risultano sempre ritagliati sul suo viso e sulla sua mimica facciale; ovviamente, tenendo anche conto delle specifiche esigenze del paziente.

Vediamo quindi di capire meglio a cosa serve, quali sono gli scopi e i principali trattamenti utilizzati nell’ambito dell’estetica dentale.

Estetica dentale: a cosa serve?

L’estetica dentale si pone l’obiettivo di correggere e migliorare l’aspetto di denti e tessuti della bocca, per restituire al paziente un sorriso armonico. Il passare del tempo, come anche agenti esterni quali cibi, bevande acide e zuccherate, o fumo, possono compromettere l’estetica del sorriso e lo stato del dente. In altri casi può essere necessario modificare la forma o la posizione di un dente, sia per questioni estetiche, sia per favorire una corretta chiusura della bocca.

Tutti sappiamo che una dentatura ingiallita, macchiata o magari non regolare, non è solo antiestetica, ma può portare a conseguenze più gravi. Se fosse intaccato lo smalto, ne andrebbe della primaria protezione del dente e sarebbe più facile sviluppare ipersensibilità’ dentale o altre problematiche. Per ripristinare l’estetica originale del dente si può ricorrere a una serie di soluzioni professionali, come ad esempio lo sbiancamento dei denti, la revisione conservativa della loro forma, fino alla riabilitazione con faccette dentali. Gli specialisti di estetica dentale utilizzano tecniche all’avanguardia, dal punto di vista di materiali e macchinari, che consentono di intervenire rapidamente e preservare morfologia e funzionalità dei denti. Le procedure utilizzate, infatti, permettono trattamenti precisi e non invasivi, capaci di assicurare conforto durante l’esecuzione e restituire al paziente sicurezza nel sorridere.

I trattamenti di estetica dentale più comuni

Visto l’ampio spettro di interesse dell’estetica dentale, i trattamenti compresi all’interno di questa disciplina sono piuttosto diversi. Infatti è possibile individuare

  • lo sbiancamento
  • la revisione della forma del dente 
  • l’applicazione di faccette dentali
  •  procedure ortodontiche finalizzate a correggere il morso

Ma vediamo di analizzare meglio questi trattamenti.

Lo sbiancamento dei denti, come suggerisce il nome, è una procedura che permette di modificare e rendere più luminoso e  bianco il colore del dente. Lo sbiancamento viene sempre preceduto da una seduta  di igiene orale  professionale, in modo da eliminare eventuali macchie presenti sui denti. In questo modo lo specialista utilizza gommini, coppette, spazzolini insieme a paste lucidanti per restituire al dente il suo colore naturale. 

Un altro trattamento di estetica dentale minimamente invasivo e’ la revisione della forma del dente con semplice aggiunta di materiale del colore del dente (resina composita) per restituirgli una forma fisiologica e armonica. Lo specialista di estetica esegue sempre una prova su un modello dei denti del paziente per fargli visionare in anticipo la futura forma del dente ed il suo nuovo sorriso. Questa tecnica prende il nome di ceratura diagnostica e permette quindi di valutare in anticipo il risultato finale.

Nel caso il dente richieda una ricostruzione più’ complessa, si può ricorrere  all’applicazione  delle faccette dentali, o additionals. Quando si parla di faccette dentali si fa riferimento a piccole lamine o gusci  che vengono applicate sulla sezione esposta e visibile del dente. Di norma questi prodotti sono realizzati in ceramica o resina composita e permettono di correggere problematiche relative a forma, colore o dimensione del dente. Le faccette, esattamente come tutta la terapia e il piano di trattamento odontoiatrico, sono costruite considerando le esigenze del paziente, le dimensioni della sua dentatura e le proporzioni del suo sorriso nell’ambito del viso della persona.

Tra i trattamenti di estetica dentale possiamo trovare anche l’utilizzo di apparecchi ortodontici, mobili o fissi, soprattutto quando si ha a che fare con dentature disallineate o che presentano molto spazio tra un dente e l’altro. 

Infine possono essere ascritti agli interventi di estetica dentale anche gli impianti e le otturazioni dentali. Spesso infatti si rende necessaria la sostituzione di denti mancanti o in stato compromesso, per salvaguardare l’estetica dentale e la funzionalità morfologica e sistemica della bocca. Le integrazioni vengono sempre eseguite tenendo conto della forma e del colore della dentatura, così da ottenere la miglior resa e il miglior mimetismo possibile.

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!