Visita pedodontica

La visita pedodontica è una visita odontoiatrica rivolta ai bambini, molto importante per attuare un percorso di prevenzione e educazione odontoiatrica sin dai primi anni di vita, indispensabile per poter godere di una buona salute orale in età adulta.

In cosa consiste?

La visita odontoiatrica rivolta ai più piccini è simile, in alcune parti, a quella per gli adulti.

Nel corso della prima visita specialistica, il piccolo paziente viene sottoposto ad una accurata indagine clinica preliminare che prevede per prima cosa un’anamnesi medica e odontoiatrica, che ci permette di valutare attentamente la condizione di partenza (ad esempio se sono già state eseguite cure presso altri colleghi e siano presenti otturazioni o sigillature).

Nel caso in cui il paziente si sia rivolto a noi per la prima volta, si procede con l’esame delle mucose orali, attraverso cui valutiamo se siano manifeste afte o lesioni. Successivamente verifichiamo la presenza di carie, dentatura decidua, mista o permanente e segnaliamo eventuali elementi dentali da trattare con otturazioni o sigillature.

La collaborazione viene premiata!

Per noi è fondamentale che il bambino venga messo a proprio agio, premiando la sua collaborazione con complimenti e piccoli omaggi se si raggiungono insieme gli obiettivi prefissati.

La visita pedodontica prosegue esaminando l’igiene orale del paziente, e fornendogli consigli per imparare a gestire quanto più autonomamente possibile le corrette pratiche di igiene domiciliare e mantenere così la salute orale a un livello ottimale.

Un’altra fase fondamentale della visita pedodontica riguarda la valutazione dell’occlusione e di eventuali problemi scheletrici che necessitino di un trattamento ortodontico.

Per questo motivo nel nostro Centro Dentistico l’odontoiatra che si occupa delle visite rivolte ai bambini è anche un ortodonzista specializzato.

A questa fase possono seguire panoramica, tele-radiografia, foto o impronte, che ci consentono di effettuare uno studio accurato del caso ortodontico.

A completamento di un piano di cura segue poi un preventivo.

Cosa fare se il paziente è piccolo?

In questi casi, di solito fino a un’età di circa tre anni, è importante valutare se il piccolo utilizzi o meno il succhiotto, e se siano presenti abitudini viziate, come succhiarsi il dito, deglutizione atipica o difficoltà nella fonazione.

In quest’ultimo caso consigliamo alla famiglia di rivolgersi ad un logopedista per una indagine più approfondita.

È per noi fondamentale, inoltre, parlare con il paziente (se collaborativo) e con la famiglia non solo dell’importanza di una corretta igiene orale, da eseguire dopo ogni pasto, ma anche di una corretta alimentazione che limiti l’uso di zuccheri, succhi di frutta, bevande dolci, caramelle gommose.

Ogni quanto fare una visita pedodontica?

La visita pedodontica è importante per instaurare quanto prima un contatto positivo con il proprio dentista pediatrico, e fare in modo che il paziente possa avere con lui un rapporto sereno e di fiducia anche in futuro.

In assenza di problematiche rilevanti, quali ad esempio la mancata eruzione dei denti da latte o malformazioni orofacciali, è consigliabile fare la prima visita odontoiatrica al termine dell’eruzione di tutti i denti decidui, ovvero tra i 24 ed i 30 mesi.

Oggi giorno, con i giusti accorgimenti e una corretta prevenzione, i bambini hanno ottime probabilità di mantenere una dentatura sana per tutta la vita.

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!